Archivi tag: Trasloco

Il giorno giusto

La data l’ho scelta con cura e quando citofonano capisco che è tutto finito.
Sono organizzati in modo militare: scaricano il camion, caricano l’ascensore, avanzano sul pianerottolo, trasportano gli imballaggi, occupano la casa, smontano, incartano, inscatolano. Palmo a palmo. Passo a passo. Metro a metro.
Continua a leggere

Annunci

L’ora delle scatole

Ogni ferita comincia con una piccola lacerazione, un minuscolo strappo, un momento che si fa distanza. E così mi ritrovo a  fare questa cosa terribile: separare cd.
Gli originali di qui, i masterizzati di là. Gli uni mi seguiranno, gli altri no.  E mi perdo a riscoprire white album e santa sangre, badly drawn boy e un pezzo mai considerato degli eels. Ci metto un sacco di tempo mentre crescono le pile sul tavolo e rimangono spazi sempre più vuoti nella libreria.
Vuoto.
Tra poco sarà tutto così dannatamente vuoto qui.
Continua a leggere


Potus e quell’auto usata

Ogni 4 anni gli americani si fanno al stessa domanda. Would you buy a used car from this man? Compreresti un’auto usata da quest’uomo? E’ dai tempi di Nixon che se lo chiedono. Rispondere di sì, significa avere piena fiducia in una persona. E quindi essere pronti a sceglierla come POTUS, President of The United States.
Tu non voterai mai per un presidente americano ma quella domanda ti martella la testa. Perchè devi comprare veramente un’auto usata. Continua a leggere


Il gusto per la simmetria

Il foglietto a quadretti è pieno di scritte. E’ una lista di cose da fare. Le cose che devo fare, le informazioni che mi devo procurare, le decisioni che devo prendere. Ogni giorno sistemo una faccenda e depenno una riga dal foglietto a quadretti.
Preventivi per il trasloco
Frigo
Lavastoviglie
Lavatrice
Cucina
Divano
Camera bimbi
Volture
Cambio banca
Informarsi su strisce blu.
Mi sta per piombare addosso un periodo complicato ma quel foglietto mi dà forza. Incontro un vecchio amico e gli dico:
“Sarà complicato ma mi sembra di essere organizzato, ho già fatto un sacco di cose. Tempi, costi e fatiche si incastrano alla perfezione, sono soddisfatto”. Lui mi dice: “E’ il gusto della simmetria. E’ per questo che la gente gode quando gioca a Tetris”.