Archivi tag: de gregori

La stella di Emilio

Segnatevi questo nome: Emilio Stella. Segnatevelo perché ne sentirete parlare. Emilio è un cantautore e diventerà qualcuno. Quando sale sul piccolo palco del locale di Testaccio, accorda la chitarra acustica, si guarda intorno e vede il vuoto.
Siamo in sedici.
Lui non si scompone e attacca a suonare.
Blues di periferia, reggae un po’ rivoltosi, rime facili e baciate, testi semplici e diretti, amore, sogni, utopia e lotta.
Perché dopotutto anche il cognome che si porta addosso è così: Stella.
Un po’ combat, un po’ romantico.
Il suo look non è da cantore sofisticato e raffinato. Jeans strappati, camicia aperta su una canottiera bianca e collana d’argento al collo. Nella penombra della sala, assomiglia vagamente a Flavio Tosi, sindaco leghista di Verona.
Nulla di più distante da questo ragazzo con la chitarra in mano che viene dalle case popolari di Pomezia. Mischia Rino Gaetano a Bob Marley, ricorda Mannarino con qualche schizzo di Bennato,  scimmiotta De Andrè ma riesce a non farti pensare a un plagio. Continua a leggere


Il tango del tangentista

Cammino come un dissidente, come un deragliato, come un disertore. Ho il cervello in manette, dico cose già dette e vedo cose già viste.
Io da qui vedo il cielo inchiodato alla terra e la terra attraversata da gente di malaffare.
E vedo i ladri vantarsi e gli innocenti tremare. 

E gli innocenti confondersi e gli assassini ballare.
E gli innocenti corrompersi e gli assassini brindare.
Nascondono il passato, parlando del futuro e se trovano la cruna dell’ago, se la mangiano di sicuro.
E’ solo il capobanda ma sembra un faraone.
Ha gli occhi dello schiavo, lo sguardo del padrone. Si atteggia a Mitterand ma è peggio di Nerone.
 Ci guarda con il megafono dall’ultimo piano. Promette un castigo, minaccia un perdono.
E tu da che parte stai? Stai dalla parte di chi ruba nei supermercati o di chi li ha costruiti, rubando?
Il mio ipod ripesca dal passato Canzoni d’amore di F.De Gregori. Undici tracce, poco amore e tanta politica.
Continua a leggere