Loro brillano più dell’oro

Nulla è mai ciò che sembra. Prendi le medaglie delle Olimpiadi, per esempio. Da domani, ne verranno assegnate quasi mille, in 302 discipline e gare sportive.
Un, due, tre. Oro, argento e bronzo. E invece no. Mai fidarsi delle apparenze.
Le medaglie di Londra 2012 sono state disegnate dall’artista britannico David Watkins e messe in produzione dalla Zecca Reale, a Llantrisant, una piccola cittadina del Galles.
Ogni medaglia pesa tra i 375 e i 400 grammi, ha uno spessore di 7 millimetri e un diametro di 85 millimetri.
I metalli preziosi arrivano da due  miniere: Kennecott in Utah, negli Stati Uniti, e Oyu Tolgoi, in Mongolia.
Ma sono metalli che brillano di luce riflessa.
Perché la medaglia d’oro è in realtà d’argento (al 92,5%, con un misero 1,34% di oro e il resto di rame). Quella di bronzo è di rame (al 97% con il resto di zinco).
E solo quella d’argento è ciò che effettivamente sembra.
L’ultima medaglia d’oro (vera) è stata assegnata ai Giochi di Stoccolma, nel 1912. Esattamente cent’anni fa.
Insomma brillano più loro, gli atleti, dell’oro.

Annunci

Informazioni su Marco Bariletti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: