La possibilità di un’isola

Dopo l’Australia e la Groenlandia, è l’isola più grande del mondo. E’ lunga quasi come l’Argentina e  larga quanto la distanza tra Londra e Roma. E’ immensa: 3.200 chilometri di lunghezza e  larga 1.600 chilometri.
Ma soprattutto galleggia e  si muove.
La chiamano Tsunami debris island ed è la gigantesca massa di case, cose, barche, aeroplani, vestiti, spazzolini da denti, bottiglie, alberi, palloni, frigoriferi, bacinelle, detriti e relitti strappati dalle coste del Giappone dall’onda scatenata dal terremoto l’11 marzo 2011.
L’isola che non c’è, viene monitorata costantemente dal NOAA, National Oceanic and Atmospheric Administration,  un dipartimento del governo americano. Gli scienziati statunitensi hanno studiato l’andamento storico delle correnti e il flusso dei venti. Poi hanno tracciato la possibile rotta dell’isola (guarda il video).
La massa di relitti colpirà probabilmente le coste di Stati Uniti e Canada nel 2014. Venti milioni di tonnellate di oggetti che rimarranno alla deriva nell’Oceano per decenni.
Le onde hanno già trasportato una Harley Davidson, che ha attraversato il Pacifico all’interno di un container, due palloni da calcio e addirittura della banchina di un molo della città di Misawa ritrovata su una spiaggia dell’Oregon.
Il primo ad arrivare nel marzo scorso è stato un peschereccio, il Ryou-Un Maru. Lo hanno intercettato i guardacoste americani al largo dell’Alaska, prima di affondarlo a cannonate. Quasi un vascello fantasma, un’apparizione spettrale che ha annunciato  l’invasione dell’isola di relitti.

Annunci

Informazioni su Marco Bariletti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: