PIN PUM PAM!

La mia prima volta avevo 22 anni ed è stato facile. Dovevo scegliere e ho optato per una frase che mi suonava: tacabanda.
Era la prima password della mia prima mail. L’unica da ricordare, quindici anni fa, insieme al pin del bancomat, una banale sequenza di 5 numeri. Solo molti anni dopo la situazione si sarebbe incasinata sempre di più, irrimediabilmente.
Al bancomat, si è aggiunta la carta di credito, seguita poi da un conto corrente in comune con la mia compagna.
E i pin da ricordare sono diventati tre. Allora ho scritto tutto su un bigliettino che conservavo gelosamente nel portafogli.
Quando mi hanno spiegato che era un comportamento incauto, ho frantumato in mille pezzettini il foglietto e li ho ingoiati ad uno ad uno, come avevo visto fare in un film di spionaggio di serie zeta.
Sul fronte telematico, nel frattempo, ho aperto altre 4 caselle mail, inaugurato il blog, costruito un canale youtube. Password, codici e  pin che si sono affastellati, incastrati, aggiunti a quello per accendere il computer, alla tessera Millemiglia di Alitalia e quella CartaFreccia di Trenitalia, in un vorticoso intreccio numeral-consumistico senza fine.Per anni, ho sempre scelto quella parola come chiave per l’accesso. La mia parola magica: tacabanda.
Poi mi hanno spiegato che anche usare la stessa password era un comportamento telematicamente incauto e ho iniziato a differenziare, scegliendo il nome di mio figlio.
Quando mi sono nati altri due figli, mi è però sembrato sgradevole e ingiusto non dedicare anche a loro qualche password.
La faccenda s’è infine ingarbugliata davvero troppo quando l’iphone e la Apple mi hanno chiesto di scegliere una password con almeno una maiuscola e un numero, quando il computer aziendale ha cominciato a pretendere il cambio della parola chiave ogni tre mesi, quando l’INPS mi ha inviato mezzo pin via mail e l’altro mezzo via raccomandata.
All’iniziale tacabanda si sono aggiunti Leonardo01, Anita02, Pietro 03. Ma i codici non mi bastavano mai e allora ho attinto a fantasia e passioni con Grifone93, Patagonia2, Bonnieprincebilly4, Genoacfc93, Baxterdury77, Patchanka39, Acquario3, Lampedusa9.
Fino a ieri, il giorno del PIN PUM PAM, l’inevitabile momento in cui ho cominciato a scordare.
Ieri, quando dopo una prima sensazione di smarrimento, mi sono sentito improvvisamente libero davanti a quella scritta rossa che mi intimava: “Password o username errati. Riprova”.

Annunci

Informazioni su Marco Bariletti


2 responses to “PIN PUM PAM!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: