Mauro Fortini: presente!

Quando arriva una telecamera, lui c’è.
Penna in bocca, taccuino in mano, fronte corrugata e sguardo teatralmente attento. Lui si chiama Mauro Fortini e ha 51 anni.
Molti pensano, vedendolo imperversare su tutti gli schermi televisivi, che sia un cronista.
Anche perché scrive, prende appunti, registra dichiarazioni di politici e uomini delle forze dell’ordine.
Ultimamente ha cominciato anche a fare domande.
Ma non è così.
Mauro Fortini è un presenzialista. Così si definisce.
Ci ho chiacchierato a lungo nei due giorni di attesa e appostamenti davanti al Policlinico Gemelli per il ricovero di Giulio Andreotti.
E quella che segue è la sua storia. Un fiume in piena, in presa diretta.
“Ahò, sai quante comparsate c’ho? 38.000. T-R-E-N-T-O-T-T-O-M-I-L-A! E’ dal ’98 che faccio ‘sto lavoro, ho cominciato col crollo di Vigna Jacobini (27 morti n.d.r)ho cominciato co’ Paolini”
“Ah, beh!”
“Eh, ce so stato 5 anni co’ llui, lo aiutavo ma poi me so messo in propio (sic). Tipo alcune tecniche je l’ho ‘nzegnate io, tipo quelle dei cartelli, era ‘na mia idea. Ma poi lavorà co’ llui è troppo difficile…”
“Immagino”
“…e poi rischiavo, co’ ttutte le querele che se becca lui. Così gli ho detto: sta a sentì, gabriè. Io me faccio le interviste, tu te fai le dirette. E così facciamo. Perché lui è un disturbatore, io un presenzialista. Nun è la stessa cosa”
“beh, certo che no”
“Ora il mensile Airone nel numero di Aprile ha fatto ‘n’articolo su de noi, spiegando bbene la differenza tra Fortini e Paolini, c’è pure ‘n’intervista a ‘no psicologo de BBologna sul nostro caso”
“Interessante”
“Eh, sì, ce voleva, perchè nun semo la stessa cosa. Io voglio entrare nel Guinness dei Primati ma ho capito che è tutta ‘na mafia, lì nel Guinness dei Primati…”
“Ma con 38 mila comparsate il record non è tuo?”
“Eh, no, appunto”
“E di chi è?”
“De Paolini!”
“Ma scusa Mauro, non puoi telefonare al Guinness e specificare che sono due record distinti? Lui disturbatore, tu presenzialista?”
“Aho, ma lo sai che mi hai dato ‘na bbella idea? Me tocca chiama’ er Guinness!”

Per continuare a svolgere il suo lavoro come si deve, Mauro Fortini ha venduto l’appartamento ereditato dalla madre in una zona semi centrale di Roma e si è trasferito in una piccola casa fuori dalla Capitale.
Con quello che ha messo da parte può andare avanti ancora per 20 anni. Poi, a quel punto, gli daranno la pensione sociale.
Così pensa Mauro Fortini, professione presenzialista.

Annunci

Informazioni su Marco Bariletti


13 responses to “Mauro Fortini: presente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: