Sogni in caduta libera

Luca ormai lo conosco da un po’ di tempo. E credo di immaginare l’emozione che ancora prova quando entra nella redazione del Grande e Illuminato Giornale Progressista. Quella confusione quasi studiata, l’impressione che ognuno lavori a un’inchiesta importante, il paradosso di un open space che sembra raccolto, intimo, tuo.
Luca ha cominciato a collaborare per i supplementi del Grande e Illuminato Giornale Progressista anni fa: ha scritto articoli su orologi che non può permettersi e recensioni di osterie nelle quali non ha mai mangiato.
Poi ha frequentato una prestigiosa scuola di giornalismo, passato tre mesi di stage gratuito proprio nella redazione del Grande e Illuminato Giornale Progressista e infine, dopo l’esame col quale è diventato giornalista professionista, ha cominciato a collaborare.
Luca ancora si emoziona quando la mattina va a fare colazione al bar, sfoglia le pagine locali del giornale e trova il suo nome in neretto. La sua firma.

Ama la carta stampata ma ha capito il presente e intuito il futuro. Quindi quando lo chiamano e gli assegnano un pezzo lui si lancia con tutti i suoi strumenti di lavoro. La sua automobile sgangherata, il caro vecchio taccuino, una telecamerina palmare e un computer con cui monta brevi reportage. Da un’unica notizia, Luca tira fuori un articolo, un servizio televisivo girato e montato, a volte le foto.
Lavora tantissimo e gli piace.
Luca è un freelance. Un nome scintillante dietro cui si nasconde una contabilità da fame.
A novembre il Grande Giornale Illuminato e Progressista lo ha pagato 83 euro, a dicembre 91 euro, a gennaio 12. Il Grande Giornale Illuminato e Progressista ogni giorno dedica articoli, editoriali e commenti alle problematiche del mondo del lavoro, ai diritti dei giovani, alla meritocrazia.
L’altro ieri il caporedattore gli ha fatto una proposta: un nuovo stage gratuito da giugno a settembre. Luca non ha saputo cosa rispondere. Non se lo aspettava.

Ieri sera, un ragazzo di 26 anni si è lanciato dal quinto piano della redazione del Sole24Ore. Faceva uno stage al quotidiano economico. Nessuno sa perché si sia suicidato.
Forse l’ha fatto per amore.

Annunci

Informazioni su Marco Bariletti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: