Il dentifricio, Newton e la gravità

Era nell’aria già da tempo. Questa mattina è successo di nuovo.
L’uomo, perchè ormai è un uomo, entra in bagno, chiude la porta e si guarda nello specchio.
Vede una miscela di rughe d’espressione, capelli sempre più fini dove un tempo c’era un ciuffo e capelli sempre piu’ bianchi là dove un tempo erano castani. Poi si leva la maglietta con il nome di un vecchio gruppo rock e la data di un concerto degli anni ’90, prende il tubetto di dentifricio, lo spreme nel mezzo e comincia a muovere lo spazzolino tra labbra e gengive. Succede ad un certo punto.
La bocca è troppo aperta e una goccia di schiuma, saliva  e dentifricio cade. Ma non sul pavimento, no. La goccia gli si spiaccica sulla pancia.
L’uomo si ricorda di Newton, di quella storiella della mela, delle leggi di gravità. Poi fa un calcolo veloce, lui era in posizione eretta, tutt’al più sporto leggermente in avanti, la goccia si sarebbe dovuta spiaccicare sul lavandino. E invece. E allora l’uomo pensa: “Lunedì mi metto a dieta”. E quando lo pensa è un martedì mattina.

Annunci

Informazioni su Marco Bariletti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: