Com’è triste la prudenza!

Com’è triste la prudenza! C’è scritto sullo striscione. La prudenza di tanti.
Chi vede un sopruso per strada e non interviene.
Chi inizia una nuova storia d’amore senza lanciarsi.
Chi riceve un’offesa e china il capo.
Chi non chiede lo scontrino fiscale.
Chi proclama e poi scende a compromessi.
Chi alza le spalle e dice “tanto è così che va”.
Chi accetta uno sconto in cambio di soldi in nero.
Chi ha un’idea ma la giudica irrealizzabile.  Chi si lamenta e non lotta. Chi ha paura e non denuncia. Chi dimentica un sogno fatto la notte. Chi scorda una promessa.
Com’è triste la prudenza!
E’ la frase che hanno spruzzato con lo spray su uno striscione del Teatro Valle Occupato. Dal 14 giugno artisti, tecnici, operatori si sono presi gli spazi del teatro più antico di Roma. Rischiava di essere svenduto dopo la soppressione dell’Ente Teatrale Italiano. Lo hanno occupato e per tutta l’estate hanno organizzato spettacoli, conferenze, concerti gratuiti. Anche a Ferragosto.
Sul loro sito (www.teatrovalleoccupato.it) hanno pubblicato il loro manifesto: “Non ci sentiamo più rappresentati da nessuno.  Vogliamo essere protagonisti del nostro presente e costruire il futuro che desideriamo”

Annunci

Informazioni su Marco Bariletti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: